"MERAVIGLIOSO"

 
 
Stasera in tv Fiorello ha fatto sicuramente il pieno, è bravo e divertente e ogni tanto fa anche bene essere leggeri…
Io lo adoro ma ciò non toglie che Fiorello ha fatto un torto a un grande dello spettacolo e gli deve delle scuse. Lo posso dichiarare con certezza perché me ne ha parlato il diretto interessato: il compianto Riccardo Pazzaglia.


Riccardo era un amico caro, diventato tale per caso in un viaggio in treno Napoli Firenze qualche anno fa. Allora Riccardo scriveva per il Mattino di Napoli e spesso prendeva quel treno per tornare a Roma a casa. Ebbene da allora noi ciarlavamo con piacevolezza di tutto, ma una volta, durante un pranzo nella periferia di Firenze, Riccardo era qui per una trasmissione radiofonica, mi esternò con amarezza la delusione provata a causa di Fiorello.
Durante il suo spettacolo, “Stasera pago io” del 2004 ha cantato i pezzi più famosi degli ultimi anni e fra questi anche “Meraviglioso”, interpretata magistralmente a suo tempo dal mitico Mimmo Modugno, ma non ne era l’autore, quel pezzo storico è stato composto da Riccardo.
Erano come due fratelli, loro si rispettavano e mai Mimmo mancò di citare il suo amico come l’autore del suo cavallo di battaglia.
Fiorello ha dimenticato di citare l’autore, anzi, peggio ancora, l’ha attribuita a Mimmo. Cercai di sdrammatizzare, gli dissi che forse non c’era intento malevolo ma pare che sia molto grave in quel mondo non riconoscere i meriti, gli autori sono il fulcro di quel mondo di luci e applausi.
Ebbene Riccardo non è più tra noi, il suo animo partenopeo e grande ci guarda da lassù e stasera voglio chiedere scusa io al posto di chi doveva…
Sei tu che hai scritto e hai avuto quella visuale del mondo “meraviglioso” ed io ti ringrazio di cuore. La tua canzone dovrebbe far parte del protocollo nella cura della tristezza e ti ringraziamo per toccarci il cuore con le tue parole serene e positive.
Perdona Fiorello, sono certa che se sapesse, vi porrebbe rimedio con pubbliche scuse. Nel mio piccolo ho usato il mio strumento, l’ho scritto, spero che altri diffonderanno, affinché tu sia pago degli onori che meriti.
Buon riposo Riccardo e grazie dell’amicizia che mi hai regalato.  
Mary.dp