8 dicembre ...

Zofingen Svizzera 1964 forse...

Non so quanti anni avevo, quattro cinque, forse sei, ma ero piccolina e quello dietro di me, era il nostro albero. Non c’era un granché sopra, era anche un po’ spelacchiato ma c’erano le candele, vere!!! Com’era bello acceso.  Che avvenimento era prepararlo e quante attese in quelle giornate prenatalizie…
La giornata più impegnativa era il giorno di Santa Klaus, se non ricordo male, era il 6 dicembre.
La città di Zofingen aveva una piccola tradizione per far gioire i bambini, in quella giornata tanti Santa Klaus si radunavano nella piazza del paese e distribuivano piccoli pacchi dono, qualche mandarino, delle noci e a volte ci scappava anche il cioccolatino. Ma non era per nulla facile avere il dono, andava meritato…
Ogni bimbo doveva recitare una poesia natalizia al suo Santa Klaus. 
A sinistra Lorena,la mia amica del cuore...
 Quando ci hanno fatto questa foto eravamo entrambe preoccupate, si vede...? 
Il nostro albero 2011

 
Questa invece è oggi, il mio albero tradizionalmente addobbato di bianco e argento. Ogni anno aggiungo qualcosa di nuovo ma ho ancora una pallina di vetro argento del 1963 (forse), ho molta attenzione per lei, non è bella, ma è l’unica indenne che è in grado di ricordarmi tutti i miei Natali passati.
Quelli sereni dell’infanzia, e quelli un po’ più duri dell’età adulta, questo Natale si annuncia austero, speriamo invece per tutti noi che diventi lieto, impegniamoci a far si che lo sia.
Mary.dp

Etichette: