Prima e dopo

La mia infanzia l’ho trascorsa in svizzera e per anni, quando ripensavo a quei giorni, la malinconia mi struggeva. Sorridete pure, mi sento patetica pure io, ma quei monti, quei colori, la neve d’inverno, erano memorie dolcissime e insuperabili, nemmeno Heidi potevano battermi.
Poi finalmente ci sono ritornata, ho cercato la mia bottega di fiducia, dove compravo le mie leccornie, ma non c’era più. Il parco che ricordavo grandissimo, con tanti cervi e tanti  “Bambi” in realtà era diventato un giardino con recinto per pochi animali tristi.
Forse la mia indole esagerata mi amplifica le sensazioni. Che cosa accade se parlo di amore?  
Era dolce, appassionato ed eterno. Lui colmava completamente le giornate e il cuore, per molto tempo. L’ho rimpianto, ricordato, enfatizzato poi ci sono ritornata in quell’amore, l’ho rivisto, insipido, disinteressato e finito…
Il tempo fa queste cose, è inevitabile, il dolore fa parte della vita come la grandiosità iniziale e la mediocrità finale. Ho sofferto? Soffro? Soffrirò ancora? Sì, le emozioni qualunque esse sono, vale sempre la pena provarle ma soprattutto esternarle, ed è così che ho fatto...
Mary.dp